La Società Dantesca Italiana nacque ufficialmente a Firenze nel 1888, in Palazzo Vecchio, con il sindaco Pietro Torrigiani come Presidente provvisorio. Tra i soci fondatori, i più bei nomi della cultura e della politica italiana, come G. Carducci, G. Chiarini, A. D'Ancona, G. Mazzoni, P. Rajna, G. Rigutini, G. Tortoli, P. Villari.

 

Nel 1924 gli «Studi Danteschi», fondati da Barbi nel 1920, divennero organo ufficiale della Società. fino al 1943 diretti dal fondatore, dal 1949 da M. Casella, dal 1957 da G. Contini, il quale, a partire dal 1971 volle al suo fianco F. Mazzoni, unico direttore dal 1982 al 2001, poi affiancato dai condirettori G. Gorni e R. Migliorini Fissi. Nel 2011 la direzione è stata di Enrico Ghidetti con la vicedirezione di Giancarlo Garfagnini. Oggi la rivista è diretta da Antonio Lanza e Lino Pertile con la vicedirezione di Paola Allegretti.