La Commissione per l’Edizione Nazionale delle Opere di Francesco Petrarca fu istituita nel 1904, in occasione del sesto centenario della nascita del poeta. Nel corso della sua storia quasi secolare si sono succeduti nella Presidenza della Commissione Vittorio Rossi, Giovanni Gentile, Concetto Marchesi, Umberto Bosco e Augusto Campana. Attualmente la Commissione é presieduta dal prof. Michele Feo. Fra i membri che hanno fatto parte della Commissione dal 1904 ad oggi ricordiamo gli studiosi Giuseppe Billanovich, Nicola Festa, Guido Martellotti, Guido Mazzoni, Giorgio Pasquali, Pio Rajna, Remigio Sabbadini, Mario Salmi, Carlo Segrè.

 

Compito della Commissione è quello di promuovere la realizzazione dell’edizione critica di tutte le opere del Petrarca. Dal 1926 al 1964 sono stati pubblicati sette dei venti volumi previsti dal piano originario. Molti e importanti sono i contributi preparatori alle edizioni critiche, alcuni dei quali pubblicati, che hanno visto al lavoro i migliori studiosi della filologia italiana.

 

La Commissione si è fatta promotrice presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dell’istituzione del “Comitato per le celebrazioni del VII Centenario della nascita di Francesco Petrarca - 2004”. La Commissione ha contribuito ai festeggiamenti con l’allestimento dell’Edizione del centenario, un’edizione compatta e preliminare all’edizione critica di tutte le opere di Petrarca, accompagnata da traduzione italiana.

 

Il periodico Quaderni petrarcheschi è pubblicato sotto gli auspici della Commissione.